iPhone

Le vendite di iPhone potrebbero diminuire nel 2016 per la prima volta

La maggior parte delle entrate di Apple proviene dalle vendite di iPhone, ma più di una società di analisi prevede il primo calo nelle vendite per il 2016.

Le vendite del prodotto di punta di Apple potrebbero scendere fino all’8% l’anno prossimo, hanno detto Andy Hargreaves e Evan Wingren della società di ricerche Pacific Crest Securities. Il numero enorme di consumatori che è passato all’iPhone 6 quando è stato rilasciato lo scorso settembre è “irripetibile”, hanno detto in una nota.

La domanda è: gli utenti Apple sono pronti per un nuovo aggiornamento il prossimo anno? Il CEO Tim Cook ha detto che c’è molto “margine di manovra per gli aggirnamenti”, in quanto solo il 27% dei clienti Apple ha scelto di passare ad iPhone 6.

vendite-iphone-calo-2016-informatblog

Ma sebbene alcuni abbiano usato quel tasso per giustificare una crescita nel prossimo ciclo, Hargreaves e Wingren sono in dubbio che questo tipo di crescita sia sostenibile. La speculazione che le vendite di iPhone potrebbero diminuire arriva in un momento in cui gli analisti dicono che il mercato degli smartphone, in generale, può essere vicino alla saturazione, soprattutto in Cina.

Le vendite di Apple in Cina nel terzo trimestre sono aumentate del 112% rispetto all’anno precedente, secondo il rapporto dei guadagni della società, un ritmo di crescita che non sembra sostenibile secondo Hargreaves e Wingren. Le vendite di iPhone sono aumentate in Cina, ma Apple è scesa al terzo posto per quota di mercato, alle spalle di Huawei e Xiaomi, secondo la società di ricerca Canalys.

“Il mercato degli smartphone in Cina continua a maturare, rimanendo stagnante trimestre su trimestre”, ha scritto l’analista di Canalys Jingwen Wang in una analisi di mercato. “La concorrenza tra le aziende più importanti non è mai stata così intensa”.

A dire il vero, Hargreaves e Wingren hanno scritto che l’iPhone resterà “il dispositivo più importante del mondo” nel 2016. E non tutti gli analisti concordano sul fatto che le vendite di iPhone diminuiranno. Toni Sacconaghi e Daniel Chen, analisti di Bernstein, si aspettano che le vendite di iPhone crescano del 3% nel 2016. In una nota hanno segnalato una classe media emergente in Cina, con la possibilità di guadagnare quote di mercato su Samsung e piani di abbonamenti più flessibili come potenziali fonti di crescita.

Non è la prima volta che il “troppo bello per essere vero” è stato avanzato per Apple. Eppure, con le azioni della società in calo dell’11% questo mese, dopo aver battuto le aspettative degli analisti per il terzo trimestre del 2015, le vendite potrebbero essere un fattore chiave per gli investitori: le vendite di iPhone attualmente rappresentano infatti il 63% del fatturato trimestrale di Apple.

“L’iPhone 6 sarà la questione più importante di quest’anno” ha detto Ben Schachter, analista di Macquarie Research. “Questa probabilmente sarà la cosa più importante dei prossimi mesi”. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti