Dati finanziariInternet

Vendite di Natale online cresciute dell’8,3%

Il Natale è una festa religiosa e culturale per miliardi di persone, il che significa che è anche un grande giorno per lo shopping online. Le vendite online sono cresciute dell’8,3% rispetto al 2013, secondo gli ultimi dati di IBM interpretati dal sito Venture Beat.

Il traffico mobile ha rappresentato più della metà (57,1%) di tutto il traffico dello shopping online, un aumento del 18,6% rispetto al 2013. Inoltre, questi visitatori non sono solo navigano su siti e-commerce: le vendite da mobile hanno costituito più di un terzo (per la precisione il 34,8%) del totale delle vendite on-line di Natale, con un incremento del 20,4% rispetto all’anno precedente.

Negli Stati Uniti, iOS ha battuto Android nel mobile shopping questo Natale. Gli utenti iOS in media hanno speso 97,28 dollari per ordine rispetto ai 67,40 dollari per gli utenti Android, una differenza del 44,3%.

vendite-natale-informatblog

Il traffico iOS rappresentato il 39,1% del traffico totale, più del doppio di quello di Android, che ha riportato il 17,7% del totale. Ancora più importante, le vendite iOS hanno rappresentato il 27% del totale delle vendite online, quasi quattro volte quelle di Android, che segue con il 7,6%.

Come notato in precedenza, la discrepanza tra Android e iOS per questi numeri può spesso essere attribuita al fatto che il secondo ha una maggiore quota di mercato negli Stati Uniti. La differenza è ancora maggiore per le vendite che per il traffico, ed è un dato plausibile in quanto in media gli utenti iOS hanno più soldi degli utenti Android. Inoltre, gli iPad sono più popolari dei tablet Android negli Stati Uniti rispetto all’iPhone contro gli smartphone Android, ed è naturalmente più facile acquistare attraverso un dispositivo con uno schermo più grande.

La ricerca di IBM ha scoperto che gli smartphone hanno portato il 40,6% di tutto il traffico on-line di Natale, più di 2,5 volte quello dei tablet, che rappresentava il 15,9% di tutto il traffico. Detto questo, i tablet hanno fatto il 18,4% delle vendite online rispetto al 16,3% per gli smartphone, una differenza del 12,4%. Gli utenti di tablet inoltre in genere hanno speso di più per singolo ordine rispetto agli utenti di smartphone, ma IBM non ha riferito i dati precisi.

Lo ha fatto, però, confrontando i computer desktop ai dispositivi mobili. I PC hanno rappresentato il 42,6% di tutto il traffico online, ma hanno visto il 65,2% di tutte le vendite online. Anche i consumatori hanno speso di più durante lo shopping sui loro PC, con un valore medio dell’ordine di 107,72 dollari rispetto agli 88,70 dollari per i clienti di telefonia mobile, una differenza del 21,4%.

IBM ha offerto altri due risultati interessanti:

  • Il valore medio degli ordini è stato di 100,33 dollari, in crescita del 6,2% rispetto al 2013. Gli acquirenti hanno anche comprato una media di 3,5 articoli per ordine, in calo dell’1,4%. Questa tendenza potrebbe indicare che i clienti si trovano sempre più a loro agio ad acquistare online utilizzando coupon e sconti per assicurarsi le migliori occasioni.
  • I referral di Facebook hanno portato una media di 89,80 dollari per ogni ordine, mentre quelli di Pinterest una media di 99,86 dollari per ordine.

I dati di IBM derivano dal suo software Digital Analytics Benchmark, che segue in tempo reale circa 800 siti web di vendita al dettaglio degli Stati Uniti. Tutti i dati di cui sopra sono relativi al giorno di Natale, il che significa che presto saranno disponibili anche quelli per il giorno di Santo Stefano.

Il Natale dal punto di vista dei consumi potrebbe non essere così grande come il Black Friday e il Cyber Monday, in quanto è una vera vacanza. Tuttavia le vendite online sono in crescita, come in qualsiasi altro giorno di shopping.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti