Caricamento in corso...
Whatsapp

WhatsApp condividerà i dati con Facebook: privacy a rischio?

WhatsApp inizierà a condividere i numeri di telefono e altri dati utente con Facebook, una strategia per far soldi che si allontana nettamente dalla sua promessa che poco sarebbe cambiato quando l’applicazione fu acquisita dal social network nel 2014.

In un post di giovedi, WhatsApp ha detto che il suo primo aggiornamento ai suoi termini di servizio in quattro anni permetterà il coordinamento con Facebook per analizzare come le persone utilizzano l’app, per combattere lo spam e suggerire amici.

Il cambiamento, progettato anche per permettere agli oltre un miliardo di utenti che usano il servizio di comunicare con le imprese, è probabile che possa sollevare problemi di privacy e far arrabbiare gli utenti che si fidavano sul fatto precedentemente affermato da WhatsApp che l’app aveva “l’obiettivo di conoscere il meno possibile di voi“.

whatsapp dati facebook informatblog

“Anche se ci coordineremo con Facebook nei mesi a venire, i messaggi cifrati rimarranno privati e nessun altro li potrà leggere. Non WhatsApp, non Facebook, né nessun altro”, ha detto WhatsApp. “Non inviamo o condividiamo il vostro numero WhatsApp con altri, neanche su Facebook, e non venderemo, condivideremo, o daremo il vostro numero di telefono agli inserzionisti”.

Giovedi, molti sostenitori della privacy come la belga EDRi hanno consigliato agli utenti di passare ad un’altra app criptata, cosa che anche l’ex agente della National Security Agency Edward Snowden consiglia. “Questo improvviso e immediato cambiamento al modo in cui i dati personali vengono raccolti ed utilizzati, portato a milioni di utenti con un linguaggio legale incompreisbile, è troppo comune nel nostro ambiente”, ha detto Michael Zimmer, professore di informatica presso la University of Wisconsin-Milwaukee.

Jan Koum, fondatore e amministratore delegato di WhatsApp, ha detto che l’app avrebbe sperimentato nuovi modelli di monetizzazione a gennaio, annunciando l’intenzione di smettere di far pagare gli utenti ogni anno per l’uso del servizio.

Koum, ora direttore di Facebook, ha detto che WhatsApp potrebbe essere utilizzato dalle banche per informare i clienti su transazioni fraudolente o dalle compagnie aeree per avvisare i viaggiatori di voli in ritardo. I nuovi termini di servizio non permetteranno banner di altri inserzionisti sul servizio, ha aggiunto WhatsApp.

Facebook, che genera la maggior parte delle sue entrate da annunci pubblicitari che compaiono in bacheca, sta esplorando modi per generare entrate dalle altre aziende che ha acquisito e servizi, tra cui Instagram, Oculus VR e Facebook Messenger. Il piano di monetizzazione di Facebook per Messenger si basa anche sul collegamento tra imprese e utenti, anche se non ha ancora generato ricavi da questo.

Agli utenti serve solo un numero di telefono per iniziare a usare WhatsApp, non è necessario un account Facebook. WhatsApp ha detto agli utenti che si sono iscritti a partire dal 25 agosto che hanno una finestra di 30 giorni per scegliere di condividere alcuni dati dell’account Facebook dopo aver accettato i nuovi termini di servizio. L’applicazione ha rilasciato il servizio di crittografia end-to-end all’inizio di quest’anno.

Con le nuove modifiche, Facebook sarà ora in grado di riconoscere quando qualcuno sta usando il suo servizio principale così come WhatsApp. Dalla condivisione di un numero di telefono con Facebook, il social network potrà migliorare i suggerimenti di amici e gli annunci pertinenti. WhatsApp afferma che sarà in grado di combattere meglio lo spam utilizzando i dati personalizzati provenienti da Facebook.

Altre applicazioni di Facebook come Instagram potrebbero utilizzare i dati WhatsApp nello stesso modo. Facebook non ha intenzione di integrare WhatsApp e il suo altro servizio di messaggistica, Messenger.

Quando la Federal Trade Commission (FTC) approvò l’acquisizione da 19 miliardi di dollari di WhatsApp da parte di Facebook due anni fa, disse le due società dovevano aspettare il consenso degli utenti prima di condividere informazioni e le loro impostazioni di privacy, e mantenere un programma di privacy per proteggere le informazioni dei consumatori, in linea con un accordo di Facebook con la FTC risalente al 2012. Il valore dell’accordo in seguito è salito a 22 miliardi di dolalri.

I cambiamenti di giovedì probabilmente non potranno essere applicati agli utenti i cui dati erano già condivisi con WhatsApp, ha detto Ryan Calo, professore di diritto presso l’Università di Washington. “Non si può fare un cambiamento come questo retroattivamente sotto la FTC”, ha detto.

WhatsApp ha rilasciato agli utenti di una FAQ estesa sul cambiamento di politica. I suoi nuovi termini di servizio sono lunghi oltre 7.000 parole contro i 2.700 della versione precedente. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti