Whatsapp

WhatsApp si appresta a lanciare chiamate vocali gratuite

Facebook sembra che sia alzando la posta, e i servizi di messaggistica vocale Skype e Viber presto dovranno iniziare a fare i conti con una forte concorrenza di WhatsApp, proprietà del gigante dei social network. Perchè? Semplice, perchè l’applicazione di messaggistica mobile si prepara a introdurre un servizio di chiamata vocale per i suoi utenti – possibilmente gratis!

I rapporti suggeriscono che la versione aggiornata di WhatsApp offrirà il supporto per la funzione di chiamata vocale. Il CEO di WhatsApp Jan Koum aveva lasciato trapelare al MWC 2014 che le chiamate vocali avrebbero potuto entrare rapidamente nell’applicazione. L’aggiornamento per il servizio fu previsto per il secondo trimestre 2014, ma deve ancora arrivare.

Tuttavia, alcune modifiche nell’interfaccia utente di WhatsApp, come rivelato da alcune immagini trapelate, sembrano suggerire che le basi per la funzione siano state posate. “Le immagini trapelate dell’interfaccia utente mostrano che l’applicazione è stata attivata con altre traduzioni linguistiche che saranno esposte al momento in cui una persona riceve una chiamata tramite WhatsApp”, osserva un rapporto di thefusejoplin.com.

Attualmente, la funzione di traduzione trapelata nel mese di aprile di quest’anno, accessibile sulla più recente versione di WhatsApp, indica che la funzione di chiamata vocale sta per arrivare presto. Le immagini trapelate rivelano anche che l’app avrà pulsanti per gli altoparlanti, per disattivare il suono, messaggi e terminazione di una chiamata.

Con l’opzione voce disponibile per WhatsApp, gli utenti non solo saranno in grado di chattare con i loro contatti, ma anche di chiamarli senza pagare. Questo fattore può dare a WhatsApp un vantaggio sui rivali Viber e Skype che fanno pagare rispettivamente 1,9 centesimi e 1,7 centesimi di dollaro al minuto negli Stati Uniti. Un altro vantaggio che WhatsApp avrebbe su Skype e Viber è che in confronto utilizza meno banda. Mentre ci sono spesso ritardi (pochi secondi) sulle chiamate effettuate tramite Viber o Skype, il fatto che WhatsApp sia altamente ottimizzato per le chiamate vocali vorrebbe dire che non ci sarebbero ritardi.

Inizialmente, la funzione vocale di WhatsApp sarà disponibile per iOS e dispositivi Android. Tuttavia, gli utenti di Windows Phone e BlackBerry non si spaventino: la caratteristica farà il suo ingresso anche su queste piattaforme.

Tuttavia, una delle maggiori preoccupazioni di WhatsApp sarebbe la privacy in quanto chiunque sulla lista dei contatti ha accesso all’utente. Inoltre, a lungo termine, offrire chiamate vocali internazionali gratuite può diventare costoso per l’azienda. Nel caso in cui Facebook decidesse di inserire annunci pubblicitari per generare entrate, gli utenti potrebbero non gradire e smettere di usare l’app. Esiste anche una possibilità: che la funzione di chiamata vocale di WhatsApp venga data gratis per un anno e poi in seguito gli utenti pagheranno un canone di abbonamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti