Windows Phone

Windows 10 Mobile: Microsoft romperà il duopolio iOS-Android?

Alla fine di quest’anno uscirà Windows 10 Mobile, il sistema operativo che gli utenti dei telefoni Microsoft stavano aspettando – ma potrebbe essere troppo tardi, avvertono gli analisti, in quanto il duopolio iOS e Android continua a dominare.

Dovrebbe arrivare nel mese di settembre, poche settimane dopo l’uscita di Windows 10 per computer e tablet prevista il 29 luglio: Windows 10 Mobile sostituirà Windows Phone 8.1 sugli smartphone della gamma Lumia di Microsoft, precedentemente prodotta da Nokia.

Nonostante l’entusiasmo che circonda di Windows 10 per PC, laptop, tablet e dispositivi ibridi, gli analisti si chiedono se Microsoft ha ancora a cuore il mondo degli smartphone. “Penso che Microsoft abbia rinunciato a perseguire gli obiettivi nel mondo dei telefoni e ora punta a dare agli utenti Windows 10 su altri dispositivi”, ha detto l’analista Carolina Milanesi della società di ricerca Kantar.

windows-10-mobile-informatblog

Obiettivo fascia alta e imprese

La Milanesi crede che la recente ristrutturazione di Microsoft puntando ad un futuro con meno prodotti mobile, sarà “molto probabilmente incentrato su dispositivi di fascia alta e per le imprese, per mettere in mostra Windows 10 e quindi lavorare con i partner della catena di produzione per produrre un portafoglio più completo di prodotti”.

Ella sostiene che il perenne problema di Microsoft di avere un ecosistema molto più debole rispetto a Google e Apple rimarrà dopo il lancio di Windows 10 Mobile. Il lato positivo di tutto questo è che i servizi di Microsoft come Skype e Office sono offerti anche su iOS e Android, dunque possono avere ingressi anche da clienti che scelgono di non comprare un telefono con Windows.

Secondo i dati di IDC, la divisione Windows Phone di Microsoft rappresenta solo il 2,7% delle vendite di smartphone in tutto il mondo nel primo trimestre del 2015, rispetto ad Android (78%) e iOS (18,3%). E’ comunque un dato in leggero aumento rispetto all’anno precedente, ma dall’inizio del 2012 Windows Phone non è riuscito a catturare neanche il 5% del mercato.

HTC e Samsung, che entrambe rilasciarono telefoni Windows Phone quando il sistema fu lanciato nel 2012, hanno apparentemente rinunciato a seguire Microsoft, tornando a concentrarsi interamente su Android (e nel caso di Samsung anche sul proprio software Tizen), e anche pochi produttori cinesi sembrano interessati.

Combattere la frammentazione

Ma per i pochi fedeli di Windows Phone l’aggiornamento a Windows 10 Mobile varrà la pena, afferma Ernest Doku di U Switch, dicendo: “E’ qualcosa che Apple fa già molto bene, offrendo aggiornamenti del software per alcuni dei più dispositivi iOS più vecchi, una situazione che la frammentazione della piattaforma Android ha reso impossibile in più occasioni. “I clienti potranno avere la consapevolezza che potranno acquistare il dispositivo Windows più economico e ancora ottenere gli ultimi aggiornamenti.”

Mentre Microsoft ha lottato per capitalizzare l’impatto del marchio Lumia per la fascia alta del mercato degli smartphone, Doku ritiene che Microsoft dovrebbe concentrarsi sul rivolgersi alla fascia bassa.

“Avere come obiettivo il mercato entry level con il nuovo Windows 10 Mobile è una mossa intelligente. I dispositivi da 80 euro che supportano la nuova piattaforma Windows 10 forniscono una grande opportunità per aumentare i volumi d’affari in Africa sub-sahariana e in Asia, dove l’utilizzo del mobile è considerevolmente la forma primaria di accesso al Web”.

Sopravvivere alla guerra degli smartphone

Ma schierandosi con Milanesi, Doku ha i suoi dubbi sul fatto che Microsoft possa riaccendere abbastanza amore per i suoi smartphone con Windows 10. Un piccolo e piuttosto debole portafoglio di prodotti potrebbe portare al disastro se non cresce rapidamente quando Windows 10 Mobile sarà rilasciato.

Doku ha concluso: “L’ultimo aggiornamento Windows 10 Mobile senza dubbio riuscirà a sostenere l’attività Lumia per un po’, ma come sempre l’hardware è la chiave, e un forte portafoglio di dispositivi è ancora necessario per mantenere Microsoft nel costoso e spietato mondo degli smartphone”. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti