Dati finanziariSoftware

Windows 8 Vendite In Calo Rispetto A Windows 7

windows_8

Durante il Goldman Sachs Technology & Internet Conference l’azienda di Redmond ha finalmente svelato i dati ufficiali sulle vendite del sistema operativo Microsoft Windows 8, infatti il Vice Presidente della divisione Marketing, Tami Reller, ha dichiarato che sono state vendute oltre 200 milioni di licenze in 15 mesi, ma sebbene sia un numero abbastanza elevato in realtà non regge il confronto con il suo predecessore Windows 7.

windows_8

[divider]

Windows 8 Vs Windows 7

Fino ad oggi le informazioni più recenti relative alle vendite di Windows 8 risalivano al mese di Maggio dell’anno scorso quando, dopo sei mesi dal lancio del nuovo sistema operativo, Microsoft aveva venduto oltre 100 milioni di licenze, un dato in linea con quello di Windows 7.

Da allora l’azienda di Redmond non ha più rilasciato alcune dichiarazioni a riguardo e, forse, adesso comprendiamo il motivo di questo silenzio, infatti la crisi del settore PC e la non sempre lieta accoglienza da parte degli utenti, disorientati dalla nuova interfaccia, hanno fatto si che il tasso di crescita di Windows 8 subisse un brusco rallentamento.

Tutto questo alla luce del fatto che Microsoft aveva venduto 240 milioni di licenze di Windows 7 in 12 mesi e 300 milioni di licenze in 15 mesi, mentre nello stesso intervallo di tempo Windows 8 ha raggiunto quota 200 milioni, con una perdita di ben 100 milioni di copie rispetto al suo predecessore.

windows-7-vs-windows-8

A quanto dichiarato dobbiamo comunque aggiungere che i numeri forniti dall’azienda di Redmond fanno riferimento alle licenze di Windows 8 vendute agli OEM e includono gli aggiornamenti effettuati dagli utenti consumer, nel conteggio sono invece escluse le licenze a volume, che rappresentano una buona fetta del totale e, inoltre, non è stato chiarito se il dato includa anche le licenze di Windows RT.

Durante i 30 minuti della conferenza, Tami Reller non ha fatto nessun accenno a Windows 8.1 Update 1, che dovrebbe essere rilasciato tramite Windows Update all’inizio di Aprile, ma ha anticipato che a riguardo il team sta lavorando per ridurre i requisiti minimi di memoria e disco rigido, in modo da consentirne l’installazione anche su dispositivi più economici.

Via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti