PS4Xbox One

Xbox One VS PS4: Il nostro confronto

Dopo avervi deliziato con l’unboxing della Xbox One e della PS4, è giunto il momento di tirare le somme come si suol dire e confrontare le due console di nuova generazione.

xbox one vs ps4

Dashboard e funzionalità

Iniziamo questo confronto prendendo in considerazione la dashboard, il cuore delle console di nuova generazione ed elemento principale. Xbox One presenta una dashboard ricca di funzioni e settaggi, personalizzabile non solo nei colori ma anche nella visualizzazione delle applicazioni preferite ma caotica e a volte lenta nei caricamenti, un sistema operativo che ricorda la Start Screen di Windows 8 ma molto più confusionaria al punto tale da far perdere tempo al giocatore per l’individuazione di una determinata funzione.

PS4 invece vanta in una dashboard molto semplice, pulita, veloce ma con poche funzioni e priva di personalizzazione.  Sony ha voluto proporre un sistema operativo alla portata di tutti.

I controller

L’argomento più discusso tra i videogiocatori riguarda indubbiamente i controller di nuova generazione, alcuni ritengono che sia migliore quello su PS4 altri invece il suo rivale, scopriamo insieme i Pro e i Contro della nuova tipologia di gameplay.

Il controller Xbox One si presenta leggermente più piccolo di quello visto su Xbox360, maneggevole, leggero, elegante e comodo ma privo di accelerometro e tasto per la cattura e condivisone di foto e video durante le fasi di gameplay. I tasti sono gli stessi di un controller XBOX ma con la sostituzione dei classici Start e Select che sono stati surclassati da due nuovi pulsanti che svolgono in parte una funzione più o meno simile.

Il controller PS4 invece risulta anche se di poco più grande di un qualsiasi Dual Shock, munito sempre dei classici tasti X, Triangolo, O, Quadrato, dorsali e levette ma con delle aggiunte. Tra le novità spicca la presenza di un touchpad frontale con pressione (duplice funzione), il LED che cambia colore simile a quello del Move, 9 assi e i nuovi tasti Option e Share. La funzione che attira maggiormente l’attenzione dei consumatori è sicuramente il tasto Share, grazie ad esso è possibile in pochi secondi catturare foto o video durante le fasi di gameplay e condividerle su Facebook e Twitter. Il tasto è personalizzabile ed  in questo modo l’utente potrà decidere se accedere al menu di cattura, realizzare screen o video con rapidità a differenza di quanto accade su Xbox One in cui è necessario recarsi sull’apposita funzione presente in dashboard con il controller o attraverso i comandi vocali del Kinect.

1

Installazione e Download

Se su PS4 il controller la fa da padrone, il sistema installazioni e download un pò meno. Su Xbox One, Microsoft ha introdotto la possibilità di giocare durante il download del titolo ed aggiornamenti o installazione. Dopo aver ottenuto una certa percentuale di completamento, è possibile avviare il gameplay mentre il processo viene ultimato in silenzio, cosa che non è possibile fare ancora su PS4.

Ma non è tutto oro quello che luccica come si suol dire in quanto su PS4 vi è la possibilità di monitorare il download conoscendo i minuti che restano al suo completamento, su Xbox One questo processo è indicato da una percentuale e non è possibile conoscere il tempo. Altro lato negativo per la PS4 riguarda l’impossibilità di mettere in pausa un download per dare la precedenza agli altri, ogni volta che verrà eseguito un download avverrà in simultanea.

Telecamere e Sensori

Dopo aver analizzato i controller è tempo di soffermarci sulle telecamere di nuova generazione note come Kinect 2.0 e Playstation Camera. Entrambe sono dotate di riconoscimento facciale, delle gesture e vocale, entrambe offrono un’ottima qualità sia in audio che in video ma vi sono delle differenze. Kinect 2.0 è stato studiato e progettato per una migliore interazione con il nuovo sistema operativo, è in grado di riconoscere numerosi comandi vocali e gesture di ogni tipo,  volti e quant’ altro ancora alla perfezione e se giocherete al nuovo Sport Season avrete sicuramente modo di vederlo da voi.

La Playstation Camera invece anche se come vi abbiamo già detto offre dei contenuti di qualità non è in grado di riconoscere alla perfezione i movimenti cosi come i comandi vocali, ha un costo di circa 60 euro rispetto al Kinect incluso nella confezione. Sony a differenza di Microsoft ha voluto lasciare ai consumatori e giocatori la scelta se acquistare o meno la camera. Come accade su Xbox One anche su PS4 con la Camera è possibile  ordinare alla Playstation di lanciare un gioco o applicazione, spegnere la console e cosi via dicendo, sicuramente nel corso del tempo con qualche aggiornamento software Sony riuscirà a migliorare il prodotto che si dimostra già ora all’altezza della nuova generazione, un gran bel passo avanti rispetto alla camera proposta su PS3.

Questioni di raffreddamento

Ultimo punto ma di certo non il meno importante, riguarda il sistema di raffreddamento che entrambi i produttori hanno inserito all’interno delle proprie piattaforme di gioco. Microsoft ha imparato indubbiamente la lezione, questa volta ha deciso di adottare un ventolone che svolge il suo lavoro come si deve a discapito del design che risulta simile ad un video registratore e questo “difetto” ha dato via a numerose parodie. Sony ha voluto curare di più l’estetica anche se molti definiscono la PS4 come una grande gomma da cancellare.

Dopo dei test effettuati lasciando la console accesa per un’ intera giornata, il risultato è stato che Xbox One era tiepida-fredda mentre PS4 tiepida-calda, il che dimostra quanto Microsoft si sia impegnata per evitare i problemi di surriscaldamento dei primi modelli di Xbox360. Il sistema di raffreddamento della Xbox One è situato sulla parte superiore della console mentre quello della PS4 posteriore!

Costi e dotazione

La Xbox One è disponibile per un costo di 499 euro e al suo interno include un controller xbox one, 1 kinect 2.0, un headset con filo, cavi e manuali e un gioco digitale (se si acquista il bundle con fifa 14, ghosts o forza 5)

La PS4 invece viene proposta per un prezzo inferiore, soli 399 euro ma non include ne telecamera ne gioco digitale per cui troverete al suo interno solo cavi e manuali, 1 controller e un paio di cuffiette simili a quelle per cellulari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti