Xiaomi

Xiaomi pronta a inserire 3D Touch nel nuovo Mi 5?

Doveva accadere presto. Xiaomi, produttore di smartphone cinese noto per copiare lo stile Apple, è al lavoro sulla propria tecnologia di display sensibile alla pressione simile al 3D Touch su iPhone 6s e iPhone 6s Plus.

A seguito di voci precedenti secondo le quali anche Samsung sta lavorando sul proprio display 3D Touch da utilizzare per il Galaxy S7, Xiaomi è ora il nuovo produttore che salterà sul carro del 3D touch dopo che Apple lo ha introdotto nei suoi più recenti iPhone il mese scorso.

L’ultima voce viene dal cinese @Leaksfly (via G For Games), noto per le sue voci di solito affidabili sui prossimi dispositivi. L’informatore sostiene che Xiaomi ha depositato un brevetto per un’applicazione simile al 3D Touch, il che suggerisce che la società potrà utilizzare la sua tecnologia per creare un display sensibile alla pressione per i suoi dispositivi futuri.

xiaomi-3d-display-informatblog

Tuttavia è anche possibile che Xiaomi farà coppia con Synaptics, la cui tecnologia ClearForce permetterà agli smartphone di avere display in grado di distinguere tra i diversi tipi di pressione. Non è affatto difficile da immaginare, dato che Xiaomi e Synaptics hanno lavorato insieme per portare il controller ClearPad S3708 sul recentemente presentato Xiaomi Mi4c. Il ClearPad S3708 in realtà ha il supporto per il 3D Touch e per il Side Touch, ma solo quest’ultimo è abilitata nel Mi4c.

Non è chiaro, tuttavia, se il Mi 5 sarà il primo dispositivo Xiaomi a mostrare un display sensibile alla pressione. Anche Samsung ha recentemente contattato Synaptics per portare ClearForce sui suoi prossimi dispositivi, oltre ad aver depositato (a quanto pare) un brevetto per una tecnologia simile nel 2014.

Apple ha introdotto Force Touch su Apple Watch e 3D Touch nei nuovi iPhone 6s, e l’idea di avere schermi sensibili alla pressione sembra essere rapidamente adottata dal resto del settore smartphone. Proprio di recente Huawei ha inoltre annunciato la versione Force Touch del Huawei Mate S, che in realtà ha visto un lancio ufficiale prima degli iPhone 6s.

3D Touch, Force Touch o ClearForce, hanno nomi diversi ma tutti fanno fondamentalmente lo stesso. La tecnologia permette a un display percepire quanto l’utente sta spingendo sullo schermo e servire diverse opzioni in base alla pressione utilizzata. Ad esempio, un tocco leggero su una app potrebbe aprire l’applicazione, mentre premere a fondo potrebbe aprire altri comandi, nello stesso modo in cui il clic destro su un computer apre un altro menu di opzioni. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti