Xiaomi

Xiaomi Mi Pad 2 avrà Android Marshmallow e Windows 10?

L’ultima voce sul prossimo Mi Pad 2 di Xiaomi suggerisce che il tablet avrà un sistema operativo dual-boot. Se queste voci si rivelassero vere, gli utenti del Mi Pad 2 saranno in grado di scegliere facilmente tra Windows 10 e Android, che potrebbe essere sia Lollipop che il tanto atteso Marshmallow.

La funzione è stata riportata dal sito web cinese Mobile Dad. Secondo il sito, i clienti che intendono acquistare il nuovo tablet avranno più che Windows 10 sui dispositivi. “Una nuova generazione di tablet supporterà i sistemi Windows 10 e utilizzeranno il popolare sistema duale Android 5.0 + Win 10“, dice il sito cinese su una pagina, che sembra essere tradotta.

xiaomi-mi-pad-2-informatblog

Il sito dice anche che poiché il dispositivo eseguirà Windows 10, dovrebbe avere caratteristiche in grado di supportare il nuovo sistema operativo. Queste includono un display più grande, che potrebbe misurare 9,7 o 10,1 pollici, e un processore Intel 14nm. Il tablet sarà anche probabilmente caratterizzato da una risoluzione di 2.560 x 1.440 pixel, 3GB o 4GB di RAM, una fotocamera principale da 13 megapixel e un design interamente in metallo per dargli un aspetto di fascia alta.

Xiaomi non è l’unico produttore cinese che offre funzionalità dual-boot per i suoi dispositivi. Ci sono alcuni piccoli produttori e white-label che offrono anch’essi Windows 10 e Android sullo stesso dispositivo.

Anche Asus è nota per aver sguazzato nel mondo dual-boot nel 2014 con il Transformer Book Duet, pubblicizzato come un ibrido tablet-computer portatile che può eseguire Windows 8.1 e Android 4.1. Tuttavia, il dispositivo non è arrivato sugli scaffali dei negozi, anche se è stato annunciato con molto clamore in occasione del CES 2014. Le voci dicono che il dispositivo è stato annullato a marzo 2014, dopo aver ricevuto l’opposizione da parte di Microsoft e Google.

Xiaomi potrebbe annunciare il Mi Pad 2 il 24 settembre assieme allo smartphone Mi4c. Dettagli come l’esatto modello di processore, data di uscita e prezzo devono ancora essere resi noti. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti