RecensioniXiaomi

Xiaomi Mi3: la nostra recensione

Gli smartphone cinesi si stanno affacciando piano piano all’interno del nostro mercato. Grazie a prezzi più che competitivi e a caratteristiche tecniche di tutto rispetto hanno tutte le carte in regola per sfondare su un mercato molto competitivo come è il nostro. In questi giorni abbiamo avuto la possibilità di testare a fondo il nuovo Xiaomi Mi3, esaminandone pregi e difetti. L’abbiamo ricevuto grazie allo shop online Lenteen, ed è arrivato tramite corriere DHL in pochissimi giorni. Le aspettative sono alte, ci aspettiamo uno smartphone dalle prestazioni più che buone. Sarà lo Xiaomi Mi3 in grado di mantenerle? Vediamolo insieme in questa recensione.

Unboxing

Iniziamo la recensione con l’unboxing: la scatola che contiene il telefono è fatta di cartone, molto semplice ma che comunque dà una certa sensazione di eleganza, non decorata se non per un logo “Mi” nella parte frontale in alto a destra:

SAM_3492

SAM_3493

Una volta aperta si possono apprezzare i componenti contenuti al suo interno: non c’è molto a dire il vero, essenzialmente il telefono, il cavo USB e il caricabatterie sul quale è possibile agganciare il cavo, oltre ad un manuale di istruzioni totalmente inutile per via del fatto che è scritto in cinese. Il distributore italiano Lenteen ha inserito all’interno della scatola un coupon sconto da grattare, decisamente un gesto apprezzato.

SAM_3495

Prime sensazioni

In mano il telefono è piuttosto leggero nonostante l’aspetto metallico e le dimensioni. Lo Xiaomi Mi3 infatti monta un display 5,0 pollici FullHD 1920×1080 pixel IPS, ed è di forma rettangolare spigolosa (ricorda un po’ la linea dei Sony Xperia), dunque può non essere troppo comodo da impugnare con una sola mano. Ma non è comunque un’impresa impossibile, la sua leggerezza lo rende estremamente maneggevole. Le dimensioni sono generose, 144 x 73,5 x 8.1mm per 145 grammi di peso.

SAM_3496

All’accensione si resta un po’ spiazzati: essendo uno smartphone cinese, lo Xiaomi Mi3 si presenta con diversi caratteri incomprensibili, la prima cosa da fare è quindi quella di impostare la lingua italiana per display e impostazioni, operazione estremamente intuitiva dato il sistema operativo basato su Android.

Caratteristiche tecniche

Per quanto riguarda il lato tecnico lo Xiaomi Mi3 fa la sua discreta figura: è dotato di un hardware non certo da top di gamma ma che comunque si difende egregiamente. Il processore che alimenta il telefono è un Qualcomm Snapdragon 800, il telefono possiede inoltre 2 GB di RAM ed è dotato 16-32-64GB di memoria in base ai modelli, purtroppo non espandibile con microSD. La connettività è garantita dai supporti Wi-Fi, Bluetooth, OTG e NFC, la batteria garantisce una buona durata grazie ai 3050 mAh, e il sistema operativo è MiUi basato su Android 4.3.

Fotocamera

Lo Xiaomi Mi3 è dotato di due fotocamere: quella sul retro ha 13 megapixel con doppio flash, mentre quella frontale ha 2 megapixel. La qualità delle foto scattate è medio-buona, non certo strabiliante ma sicuramente nella media, eccone alcune che abbiamo scattato per mettere alla prova l’hardware dedicato alle foto:

Le immagini mostrano primi piani, macro, esterni col sole e foto in notturna. Un difetto l’abbiamo riscontrato nell’auto bilanciamento del bianco: l’adeguamento ai colori tende troppo al nero, alcune foto vengono scurissime anche in situazione di luce ottimale con il sole alle spalle. In ogni caso impostando il focus sui punti più scuri del soggetto che vogliamo fotografare riusciamo comunque a garantire risultati più che buoni.

Onestamente lo Xiaomi Mi3 ci ha un po’ deluso nelle foto in condizione di luce artificiale: gli ISO salgono, rimane difficile garantire una messa a fuoco ottimale e il risultato finale è un po’ sgranato. Niente di compromettente tuttavia, occorre un occhio esperto per notare molte delle imperfezioni presenti su foto di questo tipo. Per quanto riguarda le foto in notturna occorre dire che non è tanto un problema dello Xiaomi Mi3 quanto degli smartphone in generale: la fotografia in notturna richiede ben altri mezzi.

Videorecensione

Ecco la nostra videorecensione dello Xiaomi Mi3.

Conclusioni

Che dire dello Xiaomi Mi3: uno smartphone attuale e di dimensioni generose, esteticamente gradevole, caratteristiche tecniche buone e un prezzo decisamente vantaggioso: Lenteen lo propone a 280,99 euro nella sua versione a 64GB. Il suo punto di forza è dunque un rapporto qualità-prezzo assolutamente stupefacente. Certo occorre accontentarsi, non è un top di gamma ma non pretende certo di esserlo. Dunque una recensione pienamente positiva per lo Xiaomi Mi3, ci auguriamo di vederlo sfondare in un mercato così ostico come quello degli smartphone, che a dire il vero mantiene una certa diffidenza nei confronti di prodotti di marche sconosciute al grande pubblico.

One comment
  1. Onil121

    No scusate non è un top di gamma? Oramai non più vista la presenza dello snap801 ma nel 2013 si mangiava tutti i concorrenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti