Internet

YouTube offrirà servizi a pagamento

YouTubeYouTube sta cambiando volto. Nell’ultimo periodo si stanno verificando dei fatti che fanno percepire come i progetti di YouTube vanno in una direzione ben precisa, quella di offrire prodotti a pagamento. Negli ultimi mesi ha costruito una filiera nel settore della produzione video. A Londra ha aperto uno studio di produzione per aiutare i videomakers e gli autori di video. Ha favorito la nascita di spazi dedicati ad eventi. Si sta sviluppando un programma per il noleggio dei video. La sfida è aperta, e negli Stati Uniti la battaglia è soprattutto con Netflix, che attualmente può contare su oltre 30 milioni di iscritti.

Si prevede che in primavera arriveranno i primi canali a pagamento di YouTube, ad un costo tra 1-5 dollari mensili. Questo è quanto segnalato da alcuni quotidiani online. Di questo progetto, YouTube tratterrà circa il 45% e la parte restante andrà ai produttori di contenuti video, che su richiesta saranno selezionati da YouTube, e faranno parte del programma. In questo modo YouTube incrementerà gli utili aggiungendo al fatturato derivante dalla pubblicità gli abbonamenti digitali. Allo scopo, YouTube sta preparando un palinsesto capace di attrarre la maggior parte di utenti online.

Ma la partita la vuole giocare su più fronti e vede un’area di espansione anche nella fruizione del servizio da dispositivi mobili, come smartphone e tablet, dove gli utenti sono più propensi a cercare video inerenti ai loro interessi. E poi resta il laboratorio della Google TV con sistema operativo Android, che ha tra le applicazioni di video on demand, una fonte di richiamo per gli spettatori. E così, un altro totem della fruizione libera e gratuita cade nelle grinfie del profitto sfrenato. Cosa ne penseranno gli utenti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti